Guitar CLUB!!


TOMBETO SU ROCK HARD!!

1  2  3

ROCK AND METAL IN BLOOD

Gustatevi questa nuova recensione dove il nostro disco viene passato ai raggi X nei minimi particolari! Click the AMP!!

rock e metal


IN YOUR EYES WEBZINE – New RECE

Nuova recensione del disco! Questa volta scrivono de IL SILENZIO DELLA COLLINA i ragazzi di in your eyes webzine!iye

Un’altra ottima band si affaccia sulla scena alternativa nostrana, i lucchesi Tombeto Centrale.

Il trio toscano, vincitore del Qua’rock contest, entrano nel roster della label di Gabriele Bellini, non prima di aver condiviso il palco con ottime realtà del rock/metal nazionale come Quintorigo, Zen Circus e Rebeldevil.
Il Silenzio della Collina è il loro primo lavoro, un album irruento, molto vario e piacevolmente metallico, là dove il gruppo lascia le redini del sound così che la propria musica possa esplodere in un crossover che riprende l’ultimo ventennio di rock, plasmandolo e facendolo proprio.
Luca Giannotti (chitarra e voce), con Riccardo Franchi alla batteria e Luca Franchi al basso, creano questo sound nervoso e adrenalinico, amalgamandolo a reminiscenze psichedeliche e nutrendosi di tensione rabbiosa ma positiva, nei brani che più spingono sull’acceleratore.
Rigorosamente cantato in italiano e supportato da testi ispirati, disperati ed a tratti intimisti, Il Silenzio della Collina, non lascia molte indicazioni sulla strada intrapresa dal gruppo, che varia atmosfere e sfumature ad ogni brano, regalandoci una raccolta d canzoni che alternano rock elettrizzato da cascate di watt, a più dolci ed armoniose ballate.
Ne sentirete delle belle inoltrandovi nel mondo dei Tombeto Centrale, dal crossover metal dei Jane’s Addiction, al grunge dei Nirvana, fino ai ritmi nervosi dei Red Hot Chili Peppers, ed al prog moderno, psichedelico ed alternativo dei Tool, ma il cantato in lingua madre ed un entusiasmo che conquista anche l’ascoltatore più intransigente, fanno dell’album un ottimo prodotto, fresco e maturo.
Se amate i suoni alternativi degli ultimi vent’anni non potete ignorare questo lavoro che ha nelle bellissimeSocial Network, Il Venditore di Tappeti e Viandante, i picchi qualitativi di una raccolta di canzoni davvero ispirate.
Assolutamente buona la prima.

VOTO: 7.8


ROCK HARD APRILE! RECENSIONE

Altra bella recensione sul numero di Aprile di ROCK HARD ITALY!12977106_10209135109524196_2093617833951493604_o12976883_10209135133324791_3143819262107406447_o


SINISTRO CONTEST

Selezionati al sinistro contest 2016! Una unica grande famiglia rock

Sinistro


NUMETALZINE NEW RECE!!

Prima recensione del disco! A scrivere di noi è Massimo Argo di nuMetalzine.it. Buona lettura!numetalzine

“Trio delle colline lucchesi, formato dal fondatore Luca Giannotti chitarra e voce, con Riccardo Franchi alla batteria e Luca Franchi al basso. Tutti e tre sono reduci da diverse esperienze musicali e hanno volgia di intraprendere una strada nuova, e lo fanno in pieno. I Tombeto Centrale fanno un indie rock tendente al crossover fra i generi, con una riuscita rielaborazione personale delle maggiori correnti degli anni novanta. Vincendo il Qua Rock Contest del 2015 hanno potuto incidere questo disco per la stessa Qua Rock Records. Il suono è ruvido e duro, con rimandi ai grandi nomi, ma la loro peculiarità più grande è quella di essere molto naturali e spontanei, si sente che non sono costruiti, ma totalmente sinceri.

A seconda dei vari brani si possono tirare giù coordinate musicali diverse, ora più impetuose ora più oniriche. Il minimo comune denominatore di questo disco è l’urgenza e l’assoluta necessita che sfocia giustamente in nervosismo di dire cose. Ci sono cose che vanno gridate e cose che vanno sussurrate, e qui queste cose sono sempre musicate molto bene. Le canzoni variano anche come durata, ma la più lunga “ Il Venditore di Tappeti “ è la più interessante e bella, con un incedere quasi di psichidelia heavy veramente buono. I Tombeto Centrale scrivono bene di storie comuni e la musica convince sempre, la media delle canzoni è alta e poi ci sono dei picchi. Il primo ascolto del disco potrà sembrarvi qualcosa di già sentito, ma andate avanti perché proverete di nuovo emozioni grunge ormai sopite, o anche momenti emo di grande impatto, senza mai però impantanarsi troppo a lungo in troppi generi.

Ecco, i Tombeto Centrale fanno un disco che mancava nel panorama italiano perché riconcilia e riporta a casa certi elementi senza quell’isterismo hype in stile Calcutta, dove tutto deve essere figo o comunque molto hype. Qui c’è la voglia di musicisti capaci di fare un disco quadrato ed allo stesso tempo onirico e duro. Ci sono anche certe intuizioni che se sviluppate potranno portare ancora più in alto i Tombeto Centrale.

Missione compiuta. “


il silenzio della collina OUT NOW

Esce oggi in tutti gli store digitali il nostro debut album, IL SILENZIO DELLA COLLINA, prodotto con Qua’Rock records!! Visita lo store!